Navigazione veloce

Indirizzi di studio

Indirizzo “servizi per l’Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera”

L’indirizzo prevede tre articolazioni:

♦      ENOGASTRONOMIA

♦      SERVIZI DI SALA E VENDITA

♦      ACCOGLIENZA TURISTICA

TITOLO DI STUDIO RILASCIATO

Diploma di Tecnico dei Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera, conseguito al termine del percorso quinquennale, con Esame di Stato.

QUALI CARATTERISTICHE PERSONALI POSSONO FACILITARE LA FREQUENZA DEL PERCORSO? Attitudini, interessi e motivazioni personali coerenti con il profilo professionale.

Per affrontare al meglio questo corso di studi bisogna avere buone capacità relazionali e di comunicazione, essere propensi a cooperare e a lavorare in gruppo. E’ necessario essere disponibili ad avere orari di lavoro flessibili e ritmi di lavoro irregolari (essere disposti a lavorare nei week end, durante le festività, durante la stagione estiva). Occorre essere socievoli, cortesi, rispettosi del senso comune del decoro; essere in grado di organizzare autonomamente il proprio lavoro. E’ utile, inoltre, avere inclinazione per lo studio delle lingue straniere, aver spirito di iniziativa, creatività e capacità manuali.

CHE COSA SI IMPARA ATTRAVERSO IL PERCORSO?

Obiettivi, attività, competenze.

Il Diplomato di istruzione professionale nell’indirizzo Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera possiede conoscenze e capacità nell’ambito professionale dell’enogastronomia (arte del cucinare e arte e tecnica del servizio di sala e delle bevande) e dell’ospitalità alberghiera; si occupa dell’organizzazione, del funzionamento, della conduzione, del controllo dei servizi in cui opera.

In generale, alla fine del percorso di studio, i diplomati nell’indirizzo Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera devono raggiungere i seguenti risultati di apprendimento in termini di competenze:

  1. agire nel sistema di qualità relativo alla filiera produttiva di interesse;
  2. utilizzare tecniche di lavorazione e strumenti gestionali nella produzione di servizi e prodotti enogastronomici, ristorativi e di accoglienza turistico-alberghiera;
  3. integrare le competenze professionali orientate al cliente con quelle linguistiche, utilizzando le tecniche di comunicazione e relazione per ottimizzare la qualità del servizio e il coordinamento con i colleghi;
  4. valorizzare e promuovere le tradizioni locali, nazionali e internazionali individuando le nuove tendenze di filiera;
  5. applicare le normative vigenti, nazionali e internazionali, in fatto di sicurezza, trasparenza e tracciabilità dei prodotti;
  6. attuare strategie di pianificazione, compensazione, monitoraggio per ottimizzare la produzione di beni e servizi in relazione al contesto.

Al termine del corso l’allievo/a sarà in grado di:

  • saper gestire una struttura di tipo enogastronomico;
  • organizzare la promozione delle strutture alberghiere e dei servizi di accoglienza;
  • conoscere e applicare le leggi relative alla gestione dei servizi enogastronomici e dei servizi alberghieri, tenendo conto della normativa sulla qualità e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • conoscere due lingue straniere;
  • applicare la normativa rispetto alla sicurezza, trasparenza e tracciabilità (possibilità di ricostruire la storia dei prodotti e di seguirne l’uso) dei prodotti.
  • saper comunicare e sapersi relazionare con gli altri allo scopo di migliorare i servizi offerti;
  • saper utilizzare il computer e i programmi informatici per analizzare i dati relativi alla gestione dei servizi;
  • favorire l’integrazione delle strutture di accoglienza e ospitalità con i servizi enogastronomici mettendo in luce le risorse e le caratteristiche tipiche di un determinato territorio, anche attraverso l’ideazione e la promozione di specifiche attività;
  • preparare menù adeguati a differenti contesti e diversi tipi di clientela;
  • mettere in evidenza i prodotti tipici, le tradizioni locali individuando le nuove tendenze;

CHE COSA SI PUÒ FARE AL TERMINE DEL PERCORSO?

Sbocchi formativi e lavorativi.

Al termine di questo percorso quinquennale   il   diplomato avrà accesso a tutti i percorsi universitari, potrà proseguire gli studi nei corsi IFTS (istituti di formazione tecnica superiore), nei corsi di formazione professionale post diploma o iscriversi agli Istituti di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica.

Le possibilità di impiego sono vaste e facilitate dalla partecipazione a stage che avvicinano lo studente al mondo del lavoro. Sbocchi professionali: lavorare nelle diverse tipologie di strutture ristorative (ristoranti tradizionali,   aziende di catering,   mense di comunità, strutture ristorative di compagnie di navigazione ed aeree, ecc.); lavorare in strutture ricettive alberghiere ed extra alberghiere (villaggi turistici, campeggi, ostelli, ecc.); lavorare in agenzie di viaggi e agenzie di tour operator; lavorare in aziende pubbliche e private che erogano servizi turistici; partecipare a concorsi pubblici.

PIANO DI STUDI -NUOVO ORDINAMENTO PRIMO BIENNIO

QUADRO ORARIO SETTIMANALE dell’Istituto “G.Cipriani” Adria

 

DISCIPLINE AREA COMUNE

ORE SETTIMANALI

Primo biennio

1° anno

2° anno

Lingua e letteratura italiana

3(*)

4

Lingua inglese

3

3

Storia

2

2

Matematica

4

3(*)

Diritto ed economia

2

2

Scienze integrate (Scienze della Terra e Biologia)

2

2

Scienze motorie o sportive

2

2

Religione o attività alternative

1

1

TOTALE ORE

20

20

DISCIPLINE AREA DI INDIRIZZO

ORE SETTIMANALI

PRIMO BIENNIO

1° anno

2° anno

Seconda lingua straniera (Francese o Tedesco)

2

2

Scienze integrate (Fisica)

1(*)

 

Scienze integrate (Chimica)

-

1(*)

Scienza degli alimenti

2

2

Laboratorio di servizi enogastronomici – settore cucina

3**(°)(*)

3**(°)(*)

Laboratorio di servizi enogastronomici- settore sala e vendita

3**(°)(*)

3**(°)(*)

Laboratorio di servizi di accoglienza turistica

2**

2**

TOTALE ORE

12

12

TOTALE GENERALE

32

32

** insegnamento affidato al docente tecnico pratico

(°) con Decreto ministeriale di cui all’art.8, comma 3, sono definiti i criteri per l’organizzazione delle classi in squadre

(*) applicazione quota di autonomia

 

 

ARTICOLAZIONE: “ENOGASTRONOMIA”

Nell’articolazione “Enogastronomia”, il diplomato è in grado di intervenire nella valorizzazione, produzione, trasformazione, conservazione e presentazione dei prodotti enograstronomici; operare nel sistema produttivo promuovendo le tradizioni locali, nazionali e internazionali, e individuando le nuove tendenze.

A conclusione del percorso quinquennale, i diplomati nell’articolazione “Enogastronomia” consegue i risultati di apprendimento in termini di competenze.

  1. Controllare e utilizzare gli alimenti e le bevande sotto il profilo organolettico, merceologico, chimico-fisico, nutrizionale e gastronomico;
  2. Predisporre menu coerenti con il contesto e le esigenze della clientela, anche in relazione a specifiche necessità dietologiche;
  3. Adeguare e organizzare la produzione e la vendita in relazione alla domanda dei mercati, valorizzando i prodotti tipici.

 

QUADRO ORARIO SETTIMANALE

 

DISCIPLINE AREA COMUNE

ORE SETTIMANALI

3° anno

4° anno

5° anno

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

Lingua inglese

3

3

3

Storia

2

2

2

Matematica

3

3

3

Scienze motorie o sportive

2

2

2

Religione o attività alternative

1

1

1

TOTALE ORE

15

15

15

DISCIPLINE AREA DI INDIRIZZO

ORE SETTIMANALI

3° anno

4° anno

5° anno

Seconda lingua straniera (Francese o Tedesco)

3

3

3

Scienza e cultura dell’alimentazione

4

3

3

di cui in compresenza

 

2*

 

Laboratorio di servizi enogastronomici – settore cucina

6**

4**

4**

Laboratorio di servizi enogastronomici- settore sala e vendita

 

2**

2**

Diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva

4

5

5

TOTALE ORE

17

17

17

TOTALE GENERALE

32

32

32

* Le ore indicate con asterisco sono riferite alle attività di laboratorio che prevedono la compresenza degli insegnanti tecnico-pratici. ** insegnamento affidato al docente tecnico pratico

 

 

 

 

ARTICOLAZIONE SERVIZI DI SALA E DI VENDITA

Nell’articolazione “Servizi di sala e di vendita”, il diplomato è in grado di svolgere attività operative e gestionali in relazione all’amministrazione, produzione, organizzazione e vendita di prodotti e servizi enogastronomici; interpretare lo sviluppo delle filiere enogastronomiche per adeguare la produzione e la vendita in relazione alla richiesta dei mercati e della clientela, valorizzando i prodotti tipici. A conclusione del percorso quinquennale, i diplomati nei “Servizi di sala e vendita”, conseguono i risultati di apprendimento descritti in termini di competenza.

  1. Controllare e utilizzare gli alimenti e le bevande sotto il profilo organolettico, merceologico, chimico-fisico, nutrizionale e gastronomico;
  2. Predisporre menu coerenti con il contesto e le esigenze della clientela, anche in relazione a specifiche necessità dietologiche;
  3. Adeguare e organizzare la produzione e la vendita in relazione alla domanda dei mercati, valorizzando i prodotti tipici.

 

QUADRO ORARIO SETTIMANALE

 

DISCIPLINE AREA COMUNE

ORE SETTIMANALI

3° anno

4° anno

5° anno

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

Lingua inglese

3

3

3

Storia

2

2

2

Matematica

3

3

3

Scienze motorie o sportive

2

2

2

Religione o attività alternative

1

1

1

TOTALE ORE

15

15

15

DISCIPLINE AREA DI INDIRIZZO

ORE SETTIMANALI

3° anno

4° anno

5° anno

Seconda lingua straniera (Francese o Tedesco)

3

3

3

Scienza e cultura dell’alimentazione

4

3

3

di cui in compresenza

 

2*

 

Laboratorio   di     servizi   enogastronomici   –     settore   sala   e vendita

6**

4**

4**

Laboratorio di servizi enogastronomici- settore cucina

 

2**

2**

Diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva

4

5

5

TOTALE ORE

17

17

17

TOTALE GENERALE

32

32

32

* Le ore indicate con asterisco sono riferite alle attività di laboratorio degli insegnanti tecnico-pratici. ** insegnamento che prevedono la compresenza affidato al docente tecnico pratico

 

 

 

ARTICOLAZIONE ACCOGLIENZA TURISTICA

Nell’articolazione “Accoglienza turistica”, il diplomato è in grado di intervenire nei diversi ambiti delle attività di ricevimento, di gestire e organizzare i servizi in relazione alla domanda stagionale e alle esigenze della clientela; di promuovere i servizi di accoglienza turistico-alberghiera anche attraverso la progettazione di prodotti turistici che valorizzano le risorse del territorio. A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell’articolazione “Accoglienza turistica” consegue i risultati di apprendimento specificati in termini di competenze.

  1. Utilizzare le tecniche di promozione, vendita, commercializzazione, assistenza, informazione e intermediazione turistico-alberghiera;
  2. Adeguare la produzione e la vendita dei servizi di accoglienza e ospitalità in relazione alle richieste dei mercati e della clientela;
  3. Promuovere e gestire i servizi di accoglienza turistico-alberghiera anche attraverso la progettazione dei servizi turistici per valorizzare le risorse ambientali, storico- artistiche, culturali ed enogastronomiche del territorio;
  4. Sovrintendere all’organizzazione dei servizi di accoglienza e di ospitalità, applicando le tecniche di gestione economica e finanziaria alle aziende turistico-alberghiere.

QUADRO ORARIO SETTIMANALE

 

DISCIPLINE AREA COMUNE

ORE SETTIMANALI

3° anno

4° anno

5° anno

Lingua e letteratura italiana

4

4

4

Lingua inglese

4 °°

3

3

Storia

2

2

2

Matematica

3

3

3

Scienze motorie o sportive

2

2

2

Religione o attività alternative

1

1

1

TOTALE ORE

15

15

15

DISCIPLINE AREA DI INDIRIZZO

ORE SETTIMANALI

3° anno

4° anno

5° anno

Seconda lingua straniera (Francese o Tedesco)

3

3

3

Scienza e cultura dell’alimentazione

4

2

2

di cui in compresenza

 1*

1*

 

Laboratorio di servizi di accoglienza turistica

6*

4*

4

Tecniche di comunicazione

 

2

2

Diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva

4

6

6

TOTALE ORE

17

17

17

TOTALE GENERALE

32

32

32

* Le ore indicate con asterisco sono riferite alle attività di laboratorio che prevedono la compresenza con scienze e cultura dell’alimentazione.

 

 

Indirizzo di ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (I.e.F.P.)

Dall’anno scolastico 2014 – 2015 l’Istituto ‘G. Cipriani’ di Adria (RO), in convenzione con la Regione Veneto, oltre al percorso quinquennale offre anche la possibilità di frequentare il corso triennale con esame di qualifica finale. Il percorso si caratterizza per un maggior numero di ore dedicato alle attività di laboratorio pratico, al fine di permettere un più rapido inserimento nel mondo del lavoro.

 Il percorso avviato è OPERATORE DELLA RISTORAZIONE:

dopo il biennio comune, è possibile scegliere tra l’indirizzo:

PREPARAZIONE PASTI e SERVIZI DI SALA E BAR.

Alla fine del 3° anno, dopo il conseguimento della qualifica, è possibile proseguire con un 4° anno di ulteriore specializzazione professionale ottenendo il titolo di TECNICO DI CUCINA o TECNICO DEI SERVIZI DI SALA E BAR. E’ prevista l’ulteriore possibilità di frequentare il 5° anno ottenendo il DIPLOMA DI STATO che consente accesso a tutte le facoltà universitarie e ai corsi ITS.

QUADRO ORARIO SETTIMANALE

DISCIPLINE AREA COMUNE
 
1° anno
2° anno 3° anno
Lingua e letteratura italiana 3 3 3
Storia 2 2 2
Lingua inglese 2 2 2
Matematica 3 3 2
Diritto ed economia turistica 2 2 3
Scienze della Terra e Biologia 2 2 -
Scienze motorie e sportive 2 2 2
RC o attività alternative 1 1 1

Insegnamenti biennio area d’indirizzo

     
Seconda lingua straniera 3 3 3
Scienze degli alimenti 2 2 3
Lab. di servizi enogastronomici settore cucina 5 5 11
Lab. di servizi enogastronomici settore sala e vendita 5 5 11