Navigazione veloce

Organi collegiali

Organi collegiali della scuola

 

La scuola si avvale di organi di gestione, rappresentativi delle diverse componenti scolastiche, interne ed esterne alla scuola: docenti studenti e genitori.

Questi organismi a carattere collegiale sono previsti a vari livelli della scuola (classe, istituto).

I componenti degli organi collegiali vengono eletti dai componenti della categoria di appartenenza; i genitori che fanno parte di organismi collegiali sono, pertanto, eletti da altri genitori.

La funzione degli organi collegiali è diversa secondo i livelli di collocazione: è consultiva e propositiva a livello di base (consigli di classe ); è deliberativa ai livelli superiori (consiglio di istituto).

Il regime di autonomia scolastica accentua la funzione degli organi collegiali.

 Consiglio di classe

Scuola Secondaria superiore: tutti i docenti della classe, due rappresentanti dei genitori e due rappresentanti degli studenti; presiede il dirigente scolastico o un docente, da lui delegato, facente parte del consiglio.

Tutti i genitori (padre e madre o tutori) hanno diritto di voto per eleggere loro rappresentanti in questi organismi. E’ diritto di ogni genitore proporsi per essere eletto.

L’elezione nei consigli di classe si svolge annualmente. Il consiglio di classe si occupa dell’andamento generale della classe, formula proposte al Dirigente Scolastico per il miglioramento dell’attività, presenta proposte per un efficace rapporto scuola-famiglia, si esprime su eventuali progetti di sperimentazione.

Riferimento normativo: art. 5 del Decreto Legislativo 297/1994.

 

Consiglio di istituto

Questo organo collegiale è composto da tutte le componenti della scuola: docenti, genitori, studenti e personale amministrativo, di variabile da 14 a 19 componenti secondo gli alunni iscritti.

Tutti i genitori (padre e madre o tutori) hanno diritto di voto per eleggere loro rappresentanti in questi organismi ed è diritto di ogni genitore proporsi per essere eletto. Le elezioni per i consigli di circolo/istituto si svolgono ogni triennio.

Organo collegiale elettivo, costituito dal Dirigente Scolastico e da rappresentanti dei docenti, del personale amministrativo, tecnico e ausiliario, dei genitori e degli studenti. Ha competenze di indirizzo generale dell’organizzazione scolastica, definite per legge.

Il consiglio di istituto dell’IPSEOA G. Cipriani è composto dal DS, 8 docenti , 4 genitori , 2 ATA (1 eletto) e 4 studenti.

Il Consiglio di Istituto eletto a novembre 2016 (triennio 2016/17-2018/19) è formato dai seguenti componenti:
- Sig.ra Emanuela Sanna  (genitore, Presidente)
- Prof. Romano Veronese (dirigente scolastico)
- Prof. Mauro Bonfà (docente)
- Prof. Andrea Florit (docente)
- Prof.ssa Barbara Giunta  (docente)
– Prof.ssa Guglielmina Mazzon (docente)
- Prof. Giuseppe Cavallaro (docente)
- Prof. Alessandro Boccato (docente)
– Prof. Alessandro Casarotti (docente)
- Prof. Gianpiero Manca (docente)
- Sig.ra Nada Tresoldi  (genitore, Vicepresidente)
- Sig.ra Sabrina Ronconi  (genitore)
- Sig. Alberto Nonnato (genitore)
- Sig. Giancarlo Braggion (ATA)
-
- Sig.ra Chiara Trincanato (studentessa)
- Sig. Daniele Padovan  (studente)
- Sig. Kaiqiang Zhou (studente)
- Sig. Manuel Frezzato (studente)

Giunta esecutiva

Eletta, al proprio interno, dal Consiglio di Istituto, è costituita dal Dirigente, che la presiede, dal Direttore S.G.A., da un docente, da uno studente, da un genitore e da una persona del personale ATA.
La giunta predispone il bilancio preventivo e il conto consuntivo; prepara i lavori del Consiglio di Istituto e cura le esecuzioni delle relative delibere.

- Prof. Romano Veronese (Dirigente Scolastico)
- Sig.ra Franca Ferrari (DSGA)
- Prof. Bonfà Mauro (Docente)
- Sig. Giancarlo Braggion (ATA)
- Sig.ra Sabrina Ronconi (Genitore)
- Sig.ra Chiara Trincanato (Studentessa)

Riferimento normativo art. 8 del Decreto Legislativo 297/1994.

 Collegio dei docenti

Il collegio dei docenti è composto da tutti gli insegnanti in servizio nell’ Istituto Scolastico ed è presieduto dal Dirigente scolastico. Quest’ultimo si incarica anche di dare esecuzione alle delibere del Collegio.

Si riunisce in orari non coincidenti con le lezioni, su convocazione del Dirigente scolastico o su richiesta di almeno un terzo dei suoi componenti, ogni volta che vi siano decisioni importanti da prendere.

Riferimenti normativi: art. 7 del Decreto Legislativo 297/1994.